Parkinson: la proteina della speranza

Aura assistenza malati a domicilio, ti offre questo articolo.

Si chiama Alfa-sinucleina la proteina della speranza per la terapia della grave malattia neurologica.

Riuscire a intervenire con un trattamento risolutivo nelle primissime fasi della malattia di Parkinson, per arrestarne il decorso. È da sempre la speranza dei neurologi.

Uno degli studi che riaccendono la speranza è in pubblicazione sul numero di novembre della rivista Brain.  Questo studio è andato a indagare i meccanismi attraverso i quali l’alfa-sinucleina anomala si organizza e interferisce con la comunicazione tra neuroni, per poi portarli a una distruzione irreversibile.

Allo scopo, è stato messo a punto un modello animale molto precoce e progressivo di malattia di Parkinson.  In questo modo, sono riusciti a individuare i meccanismi attraverso i quali l’alfa-sinucleina alterata determina le prime manifestazioni della malattia. La speranza è che questo possa portare a scoprire nuove strategie terapeutiche. Quali, ad esempio, gli anticorpi monoclonali in grado di contrastare la diffusione della proteina. Queste terapie avrebbero lo scopo di insegnare al sistema immunitario a riconoscere precocemente l’alfa-sinucleina anomala, per distruggerla prima che arrechi un danno cellulare. 

Visita qui la nostra pagina per l’assistenza alle persone affette di Parkinson.

www.auraassistenza.com

Parkinson: la proteina della speranza ultima modifica: 2021-11-15T11:58:17+02:00 da Aura