Ictus: monitorare pressione e colesterolo

Aura assistenza domiciliare alla persona, ti offre questo articolo.

Con una terapia combinata scende di circa la metà il pericolo di eventi in soggetti senza precedenti patologie.

L’unione fa la forza. Agire contemporaneamente su pressione alta e colesterolo oltre i limiti può diventare una vera polizza, per chi è a rischio di infarto ed ictus. Grazie ad una terapia combinata si riesce infatti a colpire nello stesso tempo più obiettivi, inducendo importanti risposte in senso preventivo. I risultati in questo senso sono estremamente interessanti. Infatti, con questo approccio si riduce il rischio di infarto del 53%, di ictus del 51 e di decessi per malattie cardiovascolare del 49%.

In pratica, si dà una sforbiciata ai pericoli. A segnalare questa importante opportunità, ovviamente su indicazione del medico, è una ricerca condotta dall’Università McMaster, pubblicata su The Lancet e presentata al Congresso della Società Europea di Cardiologia. La ricerca ha coinvolto ricercatori di 13 diversi Paesi.

Aura assistenza domiciliare alla persona, clicca qui.

Visita www.auraassistenza.com

Ictus: monitorare pressione e colesterolo ultima modifica: 2021-09-10T09:19:48+02:00 da Aura